Esclusiva: Lamberto Boranga

6 Dic

boranga

Lamberto Boranga, 70 anni, ex portiere professionista con le maglie di Perugia, Fiorentina, Reggiana, Brescia, Cesena, Parma e Foligno; ma soprattutto dottore laureato in medicina e biologia. Grazie alla disponibilità del Dottor Lamberto Boranga abbiamo toccato alcuni punti scottanti che riguardano il mondo del calcio. Consiglio a tutti voi, di leggere il libro “Il cappotto spagnolo. Parate, pazzie e voli acrobatici del dottor Lamberto Boranga” , un libro interessantissimo scritto nel 2005 da Andrea Bacci.

 

Da molti anni sta combattendo il doping…a che punto siamo ?

Non riusciremo mai a controllare il doping perché questo scorre molto più veloce dell’esame anti-doping. Impossibile fermarlo !

 

Molti hanno paura nel nominare la parola cocaina e abbinarla allo sport…lei è stato uno dei primi a farlo…come mai l’esame tricologico non viene preso in considerazione nel test antidoping (dopo le partite) ?

Perché secondo me costa troppo e si potrebbe trovare la cocaina usata mesi prima. È più facile trovare tracce di cocaina, utilizzata mesi prima piuttosto di quella attuale.

 

La medicina sportiva italiana è riconosciuta a livello internazionale… possiamo migliorarla ancora ?

Tutto si può migliorare, ci vogliono soldi e volontà politica.

 

Molti giovani calciatori utilizzano in maniera eccessiva gli integratori energetici…non sarebbe meglio un’alimentazione regolare ?

Effettivamente è vero, se non esiste la necessità hanno solo un effetto placebo.

 

Come possiamo prevenire o curare eventuali lesioni muscolari ?

Si possono prevenire con un adeguato allenamento, riscaldamento e un’alimentazione corretta a base di frutta e verdura. Per curarle è necessaria una buona riabilitazione.

 

Reputa importante il training autogeno per i portieri ?

Sarebbe utile, io lo facevo e ne ho avuto dei buoni benefici. Elimina l’ansia e lo stress.

 

Che consiglio vuol dare ai preparatori di giovani portieri ?

 Far lavorare i giovani sempre con il pallone, stimolare una personalità da portiere: carattere, coraggio e temperamento.

 

Se comprassi il libro del 2005, dal titolo “Il cappotto spagnolo” scritto da Andrea Bacci…

Capirebbe quanto sono pazzi i portieri. Lo sport è fatto di creatività (la mia era eccessiva) e regole, che io credo di aver sempre rispettato.

Grazie mille dr. Boranga…molto gentile !

Grazie a voi…sempre a vostra disposizione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: